Campagna ChangeCopyright a Cagliari!!!

Buongiorno Popolo di Internet.

Finalmente si inizia!

Parte a Cagliari la Campagna ChangeCopyright! l’obbiettivi della Campagna sono quelli di coinvolgere la cittadinanza al fine di affrontare in modo costruttivo la situazione attuale della legge sul Coypright e ciò che potrebbe succedere con una riforma del Copyright che formalizzi in modo stringente ciò che attualmente non è contemplato dalla legge attuale. In questo momento storico, abbiamo bisogno che le persone siano consapevoli e si mobilitino contro delle ipotesi di legge che possano essere non soltanto limitanti ma, che incrementino ancora di più il divario tra le grandi aziende e le piccole realtà imprenditoriali che sfruttano tutti i canali di comunicazione per affarciarsi al mercato globale.

L’evento di Cagliari è stato rimodulato più e più volte da noi tutti del team di sviluppo della Campagna per far fronte alle forti limitazioni e gli ostacoli che per il forte caldo si sono presentati quest’anno nel capoluogo Sardo. Lobbiettivo dell’evento è stato quello di coinvolgere prioritativamente Makers, Artisti, Editori e Scrittori. Per questa ragione, è stato organizzato presso una libreria (Libreria Ubik) nel centro città.

Di contorno e in rappresentanza degli artisti sardi emergenti, è stato invitato il Fotografo Roberto Melis che, per l’occasione, ha esposto dei lavori fotografici da lui realizzati negli scorsi mesi nel territorio Sardo e con modelle del territorio.
All’evento hanno partecipato come relatori, oltre il sottoscritto, Federica Fulgheresu Coordinatrice della Campagna per conto della Mozilla Foundation, Manuela Fancello della Associazione ProPositivO, l’Associazione Sardegna Creativa, Pierluigi Lai e i FilmMakers di Lifestills.

 

Tra il pubblico oltre i curiosi erano presenti artisti, professionisti, nonchè rappresentati di spicco del Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati di Cagliari.

Mal grado i disagi dovuti al caldo, l’evento è riuscito a catalizzare l’attenzione di circa una quarantina di persone che si sono volute mettere in gioco insieme a noi sui temi trattati. Dopo aver fatto una piccola presentazione della Campagna e delle motivazioni che hanno spinto la Fondazione Mozilla a scendere attivamente in campo in questo importante tema del Copyright, ho presentato l’incursione che mi ha visto come protagonista la settimana precedenze presso il Parlamento Europeo (Slide-Story).

Al termine di questa breve parentesi, abbiamo voluto realizzare una tavola rotonda inclusiva tra tutti gli spettatori e i relatori. I temi principali sono stati le implicazioni che questa normativa ha nel quotidiano per i relatori coinvolti, le prospettive future derivate da quelle che sono le proposte in dibattimento a Bruxelles e i “side effect” che derivano da una normativa inadeguata come quella attuale. Durante l’incontro si è parlato anche delle Fake News e di quelli che sono i fattori Sociali che influenzano sia il mercato che come viene recepita e applicata dalla cittadinanza una normativa come quella del diritto di autore.

L’evento è stato registrato ed è possibile rivedere la diretta effettuata su Facebook qui

oppure alla pagina ufficiale della campagna su Facebook (Link)

Personalmente, mal grado il poco tempo a disposizione per organizzare l’evento e le limitazioni derivate dal forte caldo afoso, sono contento che per la prima volta una Campagna a livello Internazionale abbiamo avuto modo di esser presentata e lanciata qui a Cagliari, inoltre, mal grado lo spazio messo a disposizione fosse estremamente piccolo, siamo riusciti a coinvolgere un numero di persone adeguato al fine di poter realizzare un dibattito in maniera propositiva e inclusiva.

Visto il grande interesse sui temi trattati in questo evento e in generale sul open source, stiamo prevedendo ad organizzare dei nuovi incontri ed eventi a partire dal mese di Settembre a Cagliari.

Un Abbraccio,
Edoardo.

Annunci

Il Giardino dell’alfabetizzazione del web al Mozilla Festival

Quest’anno al Mozilla Festival esploreremo l’alfabetizzazione del web usando la metafora del giardino. Lo stato di salute di un giardino condivide molti attributi con lo stato di salute di Internet. Entrambi gli ecosistemi ci “nutrono” e ci danno l’opportunità di contribuire. Per questa ragione speriamo che ti unirai a noi dal 27 al 29 Ottobre al Ravensbourne di Londra, per condividere con noi il divertimento!

Nel nostro spazio, esploreremo come coltivare la nostra esperienza online. In altre parole, noi impareremo tutti i possibili modi di contribuire e esprimere i nostri punti di vista, pensieri e idee. Inoltre, esploreremo come consumare il nostro raccolto del web. Oggi giorno non tutto il contenuto del web è nutriente ed è importante non ingerire più informazioni di quante ne possiamo assimilare. Dobbiamo divenire scettici di quello che ci viene offerto online e imparare a capire quando sia il momento giusto per prendersi una pausa.

Tutti i partecipanti e i collaboratori del Mozilla Festival devono visitare o partecipare al nostro giardino al fine di imparare e condividere tecniche e approcci che rendano in grado tutti di creare un web in salute e ricco di diversità.

Piantamo il Seme della Creatività

Un Giardino in salute ha la necessità di esser vario tanto quanto ha la necessità di difendersi dagli insetti e dalle malattie. Il web non è differente e non è differente anche il modo con il quale esprimiamo rapidamente noi stessi in tutte le possibili forme online. Facebook, Twitter e Instagram sono nella cerchia di quei servizi che divorano una grandissima parte del nostro tempo online. Però, La nostra abilità nel esprimere noi stessi in questi social network è limitata e i servizi offerti sono esplicitamente disegnati per essere “amici” delle aziende che promuovono prodotti.

Noi possiamo rovesciare questa tendenza grazie a delle attività che mostrino ai giovani e ai più adulti come esprimere loro stessi permettendogli di condividere solamente idee, punti di vista e la loro creatività. Idee, inoltre, che includono attività che ispirino i partecipanti a creare dell’arte digitale, dei blog e sviluppare dei nuovi software. Noi vogliamo persone che coltivino la loro esperienza online come un seme in un giardino. Vogliamo che questi semi fioriscano in un ecosistema in salute e che includa le diversità di tutto il mondo.

Alleviamo le prossime generazioni di Giardinieri del Web

Da quando il web è divenuta una parte importantissima delle nostre vite personali e professionali, come giardinieri del web abbiamo avuto e abbiamo la necessità di coltivare nuove abilità, tecniche, e nuovi modi per essere partecipi della esperienza online in tutte le forme possibili. Imparare queste abilità digitali da subito permette alle prossime generazioni di creare un sana e produttiva relazione con il web, e da loro tutte le abilità per competere nella frenetica digital economy.

Educatori, genitori, tutori e mentor sono gli assistenti della nuove generazioni e hanno l’importante ruolo di istruirli e incrementare la loro consapevolezza del web e le loro abilità digitali. Per far si che questo lavoro sia efficace, essi hanno la necessità di possedere confidenza del mondo digitale, abilità e risorse che, purtroppo, in molti casi non sono possedute. Noi vogliamo invitare tutti loro nello spazio dell’alfabetizzazione del web per imparare ognuno dall’altro e condividere le tecniche, curricula formativi e strumenti per insegnare queste importantissime abilità digitali.

Estirpare e Piantare di nuovo

Non tutto ciò che è piantato e non tutti gli animaletti che animano il nostro giardino sono buoni. Così come nel web esistono degli elementi che sono da estirpare. Dalle “Fake News” alle molestie sessuali passando per il Cyber bullismo ne sono un esempio. In aggiunta a questo sappiamo che il web può causare dipendenza, riduzione dell’attenzione e alle volte può perfino renderci infelici.

Nella vita reale, i giardini offrono un spazio dove possiamo rilassarci e scappare dal tumulto quotidiano delle nostre vite. Noi vogliamo creare un web che abbia queste qualità. Uno spazio che ci permette di disconnetterci, riflettere sulle nostre esperienze, condividere e discutere strategie su come estirpare molte di queste qualità negative che il web ha per sostituirle con altre migliori e positive.

Vuoi esser un volontario o presentare una sessione?

Sei un appassionato giardiniere del Web? Hai delle abilità o dei suggerimenti che vuoi condividere con gl’altri per farsì che Internet sia un posto migliore? Saremo felici di averti con noi. Proponi una sessione in Inglese utilizzando questo form. Noi stiamo cercando sessioni su…

  • Come creare e condividere arte con strumenti online
  • Come creare un primo sito
  • Tecniche per affrontare le molestie online
  • Come creare animazioni nel web
  • Condividere curricula formativi riguardanti le abilità digitali
  • Come cominciare ad utilizzare CSS, HTML o Javascript
  • Come creare delle Scene di realtà virtuale nel web
  • … e tanto altro!

Ci vediamo al Mozfest,

Il Wrangler Team dello Spazio di alfabetizzazione del Web del Mozilla Festival

 

Mozilla Global Sprint

Buonasera popolo di Internet,

Volevo segnalarvi il Mozilla Global Sprint, l’evento organizzato dalla Fondazione Mozilla a cui sarà possibile partecipare dal primo al due Giugno in oltre sessanta luoghi pubblici di ventisette paesi nel Mondo, oppure, attraverso la rete Internet.

L’evento permetterà a tutti partecipanti di conoscere e collaborare ad oltre quaranta progetti opensource da tutto il mondo che hanno l’obbiettivo di proteggere e migliorare Internet, come risorsa libera, inclusiva e aperta. Diverse reti di scienziati, educatori, artisti, ingegneri e altri si incontreranno tutti assieme dal vivo e online per innovare in maniera libera.

I progetti saranno suddivisi in cinque differenti traccie relative ad Internet quali: Innovazione Libera (Open Innovation), Inclusione Digitale (Digital Inclusion), Decentralizzazione (Decentralization), Privacy e Sicurezza (Privacy + Security) e Alfabetizzazione Digitale (Web Literacy).

E’ possibile ordinare gratuitamente il proprio biglietto per poter partecipare sia dal vivo che online. In Italia saranno due le Università che quest’anno hanno deciso di ospitare l’evento. L’Università di Catania e L’Università Bicocca di Milano. La lingua utilizzata preferenzialmente sarà l’Inglese ma attualmente i progetti che parteciperanno al Mozilla Global Sprint Italiani saranno tre. OpenStudentBook Project, Progetto nato dalla volontà di creare una piccola guida per avvicinare gli studenti di tutte le facoltà Universitarie a progetti nel Opensource, Mozilla Italia l10n Guide, un Progetto con lo scopo di creare una guida di Localizzazione dall’Inglese all’Italiano per il software e i progetti opensource e WikiToLearn che ha lo scopo di realizzare delle piccole realtà locali nel mondo al fine di raccogliere quanto più possibile del materiale utile per lo studio degli esami universitari.

Penso che questa sia una grandiosa opportunità per poter entrare in contatto con nuove comunità e nuovi progetti che nascono per costruire il web del domani. Per qualunque informazione visitate il sito internet https://mozilla.github.io/global-sprint/

Vi aspetto numerosi al Global Sprint il primo e il due Giugno online oppure a Milano o Catania!!!

Un Abbraccio.

Edoardo.

 

 

Codemotion Roma 2017

Sono contentissimo di poter condividere con tutti voi questa bellissima esperienza che mi è stata regalata dal Codemotion Roma 2017 che si è svolto il 24 e il 25 Marzo. Questo è il mio primo Codemotion in assoluto e poterlo vivere con la community di Mozilla Italia è stato veramente bellissimo. Il Codemotion, per chi non lo conoscesse, è una delle più grandi conferenze sull’informatica che attualmente viene proposta in Italia, inoltre, è una delle più importanti in Europa. Quest’anno all’edizione romana hanno partecipato oltre 2000 persone con speaker e compagnie proveniente da tutto il mondo. Come community di Mozilla Italia abbiamo avuto a disposizione un banchetto in cui io, Daniele, Eugenio e Alessandra abbiamo offerto tantissime informazioni su cosa rappresenta per noi Mozilla e Mozilla Italia, i Programmi Internazionali realizzati dalla fondazione e le attività che localmente e nazionalmente realizziamo e portiamo avanti quotidianamente con la nostra community. Ovviamente, non sono mancati i tanti gadget che abbiamo voluto offrire a tutti i curiosi che sono accorsi per sapere qualcosa in più su tutti noi. Vista la platea e i migliaia di programmatori provenienti da tutta Italia, abbiamo avuto modo di presentare, inoltre, tecnologie come il #WebVR e Rust . Siamo estremamente contenti dei risultati ottenuti sia dai talk che la fondazione, attraverso il programma TechSpeaker, ha proposto di approfondimento tecnologico, che dei tanti curiosi che sono accorsi per conoscerci. Durante i due giorni che ci ha visto coinvolti abbiamo parlato con oltre 200 persone e abbiamo avuto modo di presentare i Mozilla Campus Clubs, i Mozilla Clubs, Il programma TechSpeaker, il programma Open Leadership Training e tutte le attività che a livello nazionale portiamo avanti come la Localizzazione e il supporto. Queste ultime due fondamentali per la diffusione dei contenuti in Italiano. Sono molto contento di come siano andate le cose. Abbiamo parlato tantissimo e abbiamo raccolto tanti feedback importanti dalle persone che abbiamo conosciuto durante la chermesse. In ultimo ma non ultimo, il Venerdì ho avuto l’occasione di poter prender parte all’incontro con il team di trasformazione digitale voluto fortemente dal Governo Italiano per avvicinare la pubblica amministrazione al mondo digitale, rappresentato da Giovanni Bajo . In questa riunione erano presenti le 50 principali Community tecnologiche Italiane, tra cui Mozilla Italia rappresentata da me, Daniele e Alessandra. I due giorni sono stati estremamente importanti per rimanere in contatto e consocere le altre community che nel territorio portano avanti iniziative volte a diffondere la conoscenza informatica. Ringrazio tutta lo staff del Codemotion e in particolare Enzo Sansone per averci dato l’opportunità di esser presenti a questa Conferenza.

 

Prima di concludere vi lascio unaselezione di una delle più belle foto che abbiamo fatto assieme!!!

 

MozFest 2016: Awesome!!!

photo_2016-11-04_12-37-03

Before writing this article I wanted to take some time, because writing this small article concerning the MozFest it is an hard work. Hard work because the MozFest is more then one human could imagine.

For a volunteer at MozFest, this experience was not only an exercise to open the mind and heart at the OpenSource, and in general, a innovative ways to make technologies in a Open way. For a Volunteer is make and help the people to have a great experience in all these. This is my first MozFest and have the opportunity to help, to know and to make a session is in real awesome for me!!!photo_2016-11-04_12-37-23

In general during the Fphoto_2016-11-04_12-37-07estival, I was be involved in the promotion of the Mozilla Campus Club Program (Campus Program Homepage), I had a session, named Open Project – hackaton: campus campaing edition, with Christos Bacharakis & Faye Tandong to make a round table concerning the Students and their necessity & to work all togheter at the project OpenStudentBook, I helped in the MakerParty ChangeCopyright Table and in the Mentorship Program helpdesk too. The Open Student Book is a project that have the goal to make a little guide readable and editable to try to understand how the students of differents Faculties could be involved in Open Communities and, morevoer, how they could find interesting to contribute in Open Project. This project is born, this August, when I started a Mentorship Program with the Mozilla Foundation. Moreover I’m really happy to see that myphoto_2016-11-04_12-37-20 Poster Design for the Campus Club be liked at some people at the mozFest 🙂

My personal first experience at the MozFest2016 was Awesome!!! Awesome because I meet more of all the people who constantly I meet and with which I persecute my goals how Mozillians. Awesome because photo_2016-11-04_12-37-17there, we have made all  things in a Open Cooperation and including all the participants. The last but not the least, Awesome, because this festival isn’t a place where you see only something but you can make an experience where all people are equal.

I wish at all people to have the opportunity to go at the  MozFest the next year and I want to say thank you at all people who given me the opportunity to help, to have a session and  to make this awesome Experience! Especially thanks at Abigail, Christos, photo_2016-11-04_12-46-05Lucy, Brian, Faye & Mayur to support me, at Geraldo, Julia and Amira to  insipre me with the photo_2016-11-04_12-36-53Mozilla Club!!! The list could be more lenght and for example how to don’t mention Francesco, Daniele, Gabriele, Marco e Riccardo, my companions in this awesome adventure, or Ioana for the great chat over the Breakfast and the Party, or all the UK Community who works every year to make this awesome festival and all volunteers how Robby sales and Paul and the Indian Community at the MozFest adn more, more and more…

photo_2016-11-04_12-36-57

Finally I could say onlya thing: Friends, Thank you!!!

See you soon!!!

Linux Day 2016: Cagliari (ENG)

photo_2016-10-25_17-35-30

Last Saturday at Cagliari I had the pleasure and the honor to participate at the Linux Day. An Initiative, locally, promoted and organized by the Cagliari Linux User Group (Facebook Page). During the morning, I talked about the Mozilla Foundation and how, every day, fight to maintain the Web, open, free and inclusive. Next, I talked about the Mozilla Campus Club with the students involved in this program locally, and, I talked about the Mozilla Cagliari Club,photo_2016-10-25_17-36-07 emphasizing that today, the few the people, in overall, connected at Internet
don’t feel theyself secure and need to improve their skills to fell more free on the web, moreover some of they in real, don’t know to be connected at Internet when using their Smartphone. Next, I talked about the “Web Lphoto_2016-10-25_17-34-26iteracy” Concept and first to end my talk I presented the initiative “Webateca del Mediterraneo” maked by the Mozilla Cagliari Club to help the people to increse their skills to read, write and participate on the web in awareness. In the afternoon I maked, with the help of the students who will start a Mozilla Campus Club here in Cagliari,photo_2016-10-25_17-35-26
a Maker Party of the Mozilla ChangeCopyright Campaign (Details in this article). At the end of the Day the promoters of the Linux Day had assigned two prizes at the worthy speakers.
For me was be a big pleasure to cooperate with the Cagliari Linux User Group to be a part of this event that by now, in Cagliari is maked from 15 years.

Linux Day 2016: Cagliari (ITA)

photo_2016-10-25_17-35-30

Sabato scorso a Cagliari ho avuto il piacere e l’onore di partecipare al Linux Day promosso e organizzato dal Gruppo Utenti Linux di Cagliari (Pagina Facebook del GULCh). Durante la mattina ho parlato della Fondazione Mozilla e di come, quotidianamente, si impegna a lottare per mantenere il web un luogo aperto, inclusivo e libero, dei Mozilla Campus Club photo_2016-10-25_17-36-07con gli studenti che localmente sono coinvolti nel programma, del Mozilla Cagliari Club, enfatizzando il concetto che oggi giorno le poche persone che al mondo sono connesse ad Internet non hanno modo di potersi sentire al sicuro e hanno la necessità di sviluppare le proprie abilità per sentirsi liberi in rete, inoltre alcuni di loro, in realtà non sanno neanche di esser connessi ad Internet quando utilizzano gli Smartphone. photo_2016-10-25_17-34-26Successivamente ho parlato del concetto di “Web Literacy” e prima di concludere l’intervento del mattino, ho presentato l’iniziativa con la quale, il Mozilla Cagliari Club, vuole aiutare le persone a incrementare le proprie abilità per poter scrivere, leggere e partecipare nel web con più consapevolezza, la “Webateca del Mediterraneo“. Nel pomeriggio ho realizzato, con l’aiuto degli studenti del Mozilla Campus Club nascente di Cagliari, un Maker Party sphoto_2016-10-25_17-35-26ulla Campagna di Mozilla ChangeCopyright (articolo dettagliato qui). A fine giornata gli organizzatori hanno assegnato dei premi ai relatori più meritevoli. E’ stato per me un vero piacere poter collaborare con il Gruppo Utenti di Linux di Cagliari e aver preso parte a questa manifestazione che oramai a Cagliari viene realizzata da oramai 15 Anni.